Home >> ............ >> L'Espresso >> L'Espresso - 2002


L'Espresso - 2002


1 "Quattro Cappelli" - 10 "Tre Cappelli"
170 "Due Cappelli"

La Guida d'Italia de L'Espresso 2002 24° Edizione
Curatore e supervisore Enzo Vizzari
con la collaborazione di Giacomo A. Dente e Salvatore Marchese
Coordinamento regionale di: Gilberto Arru, Bruno Bini, Chichibìo, Luigi Costa,
Santa Di Salvo, Marco Gatti, Andrea Griffagnini, Giancarlo Lo Sicco,
Gianfranco Manfredi, Antonio Paolini,
Pasquale Porcelli, Leonardo Romanelli.

I Ristoranti hanno punteggi in VENTESIMI (dal 1979 al 2016).
Ai ristoranti con votazione più alta (da 13 a 20/ventesimi)
sono assegnati
da UNO a QUATTRO CAPPELLI (dal 1979 al 2004).
Per maggiori informazioni sui punteggi applicati dalla Guida
 clicca su:
 L'Espresso - I Punteggi

(i ristoranti che avanzano di almeno un punto, rispetto allo scorso anno, sono di colore bordeaux)


Che fine ha fatto il blog di Enzo Vizzari? – Vino al Vino

    
Dall'Introduzione di Enzo Vizzari:

     "La cucina deve essere buona e sana. Il prezzo deve essere commisurato alla qualità del cibo, dell'ambiente e del servizio che si ricevono. La funzione di una Guida non è quella di "premiare" o "punire" i ristoratori, bensì di dare ai lettori, curiosi e/o golosi, indicazioni essenziali, verificate, sul tipo di locale e di cucina di ogni ristorante o trattoria; e queste indicazioni possono e devono essere "oggettive". Tanto meno, obbiettivi di una Guida devono essere la "beatificazione" o l' "irrisione" di cuochi e ristoratori, la creazione artificiosa di fenomeni o di mostri. Dalla sensibilità, dalla competenza, dall'esperienza del critico dipendono le valutazioni, i giudizi, i "voti". Che per definizione, sono "soggettivi" e quindi discutibili, all'infinito; perché geni o guru della critica enogastronomica, depositari della "verità" non esistono. Esistono per contro, qualità essenziali, irrinunciabili: l'onestà intellettuale, la coerenza nelle valutazioni, l'impegno nell'esercizio della critica senza commistione di impegni e interessi, come unica garanzia dell'indipendenza di giudizio.
     Uno degli aspetti più significativi della globalizzazione è la rapidità nella diffusione di gusti e tendenze in ogni campo, cucina compresa. Così come la facilità di trasporto e di reperimento di materie prime fresche di ogni tipo. E la conseguente proliferazione di locali che propongono piatti d'ispirazione più varia e stravagane. In un quadro così sfuggente, aleatorio, ha sempre meno senso l'accademica, stantia contrapposizione fra sostenitori della cucina di tradizione, di territorio, "nouvelle", "fusion", creativa.....
La tradizione serve, eccome se serve!, per trarre motivi d'ispirazione, nel bene e nel male, dalle radici della nostra cultura gastronomica. La difesa e la valorizzazione dei piatti tipici di ogni territorio vale se e in quanto si indirizza su prodotii e ricette che effettivamente meritino d'essere recuperati e protetti, ma c'è anche molta zavorra dalla quale occorre sapersi liberare; la novità, la creatività meritano rispetto quando effettivamente siano frutto di studio, di applicazione, di sviluppo di idee originali, non importa se collegate o meno a questo o quel territorio. E' una regoletta fondamentale, certo da intendersi con giudizio e, superfluo ribadirlo, preferendo in prima battuta ovunque possibile i prodotti e i piatti locali e "buoni".


Il Gambero Rosso di San Vincenzo ha riaperto. Ecco come è cambiato e i  piatti di Emanuela Cattani Pierangelini - Luciano Pignataro Wine Blog


PREMI SPECIALI

Il Pranzo dell'Anno
Il Gambero Rosso (San Vincenzo - LI)
Il Giovane dell'Anno
Theo Penati - Pierino Penati (Viganò - LC)
Il Sommelier dell'Anno
Giuseppe Maffioli - Carlo Magno (Collebeato - BS)
Il Maitre dell'Anno
Umberto Giraudo - La Pergola dell'H.Cavalieri Hilton (Roma - RM)
Il Sommelier dell'Anno
Alessandro Tomberli - Enoteca Pinchiorri (Firenze - FI)
La Migliore Cantina dell'Anno
La Pergola dell'H.Cavalieri Hilton (Roma - RM)
La Novità dell'Anno
Cracco-Peck (Milano - MI)
La Locanda dell'Anno
Il Sole (Ranco - VA)
La "Performance" dell'Anno
Le Calandre (Rubano - PD)
La valorizzazione della cucina Tradizionale
Taverna Kerkira (Bagnara Calabra - RC)
Il Migliore Caffè dell'Anno
Al Ceppo (Roma - RM)




L'Espresso, logo | Gruppo d'Intervento Giuridico odv

I Ristoranti con i "Quattro Cappelli" si confermano 1

     Si conferma il ristorante Vissani (Baschi - TR).

I Ristoranti con i "Tre Cappelli" salgono da 9 a 10

     Salgono dai "Due Cappelli" i ristoranti Miramonti l'Altro (Concesio - BS), Perbellini (Isola Rizza - VR) e Le Calandre (Rubano - PD), cha sale da 15 a 17,5/ventesimi ("E' il nostro ristorante dell'anno, quello cioè che ha realizzato negli ultimi tempi la migliore performance, come deduciamo dalla somma delle esperienze ricavate dai pranzi che, reiteratamente e quando possibile anonimamente, parecchi ispettori della Guida si sono regalati alle "Calandre", mai come oggi lanciato verso obbiettivi alti, altissimi. Sarebbe però riduttivo rendere onore all'artefice primo di questo risultato, Massimiliano Alajmo, 28 anni, chef con la faccia da ragazzino, sguardo dolce, volontà di ferro. Qui si tocca con mano il valore della squadra, dell'impegno collettivo, dell'assiduità di lavoro e di rigore, nei quali affonda le radici la grande tradizione familiare della migliore ristorazione italiana.").
     Scendono a "Due Cappelli" i ristoranti Flipot
 (Torre Pellice - TO) e Il Desco (Verona - VR), che scende da 17 a16/ventesimi ("Il "Desco" è per eccellenza la tavola ideale per i più raffinati e i più golosi visitatori della città. Piccolo neo, da rilevare dato il tono del locale, la malagrazia di chi risponde al telefono. Neppure l'accoglienza si distingue, per calore, a meno che non si sia habitué. Tutto però oassa in secondo piano rispetto alla solida e ricca cucina che lo stesso patron Elia Rizzo (più propenso a presidiare la sala che non i fornelli) illustrerà con dovizia di dettagli scorrendo l'ampia carta dei cibi, nella quale si colgono nette le citazioni, ben riproposte e sempre arricchite, della cucina tradizionale locale. Nel complesso alta cucina, che risente, però, in più di un piatto e d'una salsa, di una certa pesantezza di mano dello chef. Carta dei vini discreta, ma non particolarmente stimolante.").
     Tra i "Tre Cappelli" salgono da 17 a 18/ventesimi i ristoranti Gambero Rosso (San Vincenzo - LI) ("Le note che riguardano questo locale forse più di qualsiasi altra sono coerenti con l'assunto di fondo che il lettore della nostra Guida mai deve dimenticare: i punteggi premiano, o sanzionano, la cucina, i testi spiegano il punteggio e sottolineano meriti o carenze d'altro genere. La cucina di Fulvio Pierangelini, del suo "Gambero Rosso", è semplicemente sublime, freschissima anche quando pensata ed elaborata, netta nei suoi sapori anche nella realizzazione più complessa, folgorante  nelle invenzioni, rassicurante nella costanza assoluta della qualità. Che poi l'ambiente non sia sfavillante, che gli stessi titolari e il personale non sempre e non con tutti i clienti dimostrino affabilità, che pesi l'assenza di un sorriso lasciato cadere qua e là, che Pierangelini non ami e non regali smancerie ai colleghi ristoratori e ai giornalisti può essere vero. Ma, vivaddio, i ristoratori e i loro collaboratori mica bisogna sposarli!") e La Pergola dell'H.Hilton (Roma - RM) ("Diciamolo con franchezza: non occorre molto per bruciare la concorrenza e attestarsi, senza discussioni, al vertice della ristorazione romana. Ma quello che il Cavalieri Hilton e Heinz Beck hanno realizzato è uno dei migliori ristoranti del mondo. E la sensazione netta è che l'ascesa del biondino dallo sguardo dolce, quasi timido (e dell'eccellente squadra che egli ha assemblata intorno a sé) non sia affatto giunta al culmine. Su basi tecniche di esemplare rigore e ampiezza, ma evidentemente pittosto lontane dai gusti della tradizionale clientela da grande albergo, Beck ha modellato, sta modellando, una cucina tutta sua che assimila e coniuga gli stimoli più disparati, attingendo magistralmente alla "grande cuisine" senza confini, alle varie cucine regionali italiane, alle sue esperienze bavaresi, alla tradizione romanesca, alle più avanzate sperimentazioni d'origine iberica.").

I Ristoranti con i "Due Cappelli" salgono da 147 a 170

     Tra i "Due Cappelli" scendono da 16,5 a 15,5/ventesimi i ristoranti Al Bersagliere (Goito - MN) ("L'arredamento appare un po' datato con toilettes che necessiterebbero di una trasformazione radicale e mobili più che antichi sembrano solo vecchi. Si respira aria un po' stanca in questo che è stato uno dei locali simbolo della nuova ristorazione italiana. Menù con pochi cambiamenti negli anni, concentrato su proposte che privilegiano prodotti della zona, con piatti ben eseguiti, ma che non sempre riescono a emozionare.") e La Peca (Lonigo - VI)  ("Appartengono al folto manipolo di giovani leoni che stanno rinnovando la ristorazione veneta. In effetti un pranzo qui merita il viaggio, perché la cucina è seria, studiata ed originale. Anzi forse anche troppo "originale", perché forse i giovani "creativi" come lo chef Nicola, quando si fanno trascinare dall'entusiasmo, si complicano la vita e complicano le preparazioni più del necessario e, insomma, qualche volta "toppano", non solo e non tanto nell'esecuzione dei singoli piatti quanto proprio nell'ideazione, nella concezione di qualche piatto. Con il risultato di introdurre un ingrediente in più o in meno del dovuto, oppure di sposare ingredienti che proprio fanno a cazzotti l'uno con l'altro. Niente di grave nè di irreparabile, basta convincersi che l'equilibrio non è sinonimo di piattezza, né tanto meno, di banalità.") e da 16 a 15/ventesimi il ristorante Dei Cacciatori - Da Cesare (Albaretto della Torre - CN) ("Cesare Giaccone è uno dei maestri della cucina piemontese: non c'è ristorante langarolo che non abbia copiato una sua ricetta. Genio e sregolatezza, ma anche professionalità e grande conoscenza delle materie prime e della tradizione. Era un grande innovatore Cesare, oggi è un mito che si è trasformato in tradizione.").
    
Entrano 43 ristoranti, tra cui Gualtiero Marchesi - L'Albereta (Erbusco - BS), che entra a 16/ventesimi ("Certa stampa gastronomica, ora che scrivere di tavola e di vini fa tendenza, sta acquistando il vezzo non tanto di creare miti quanto di infrangerne. Da qualche tempo, pare così sia diventato di moda sparare sui grandi nomi, sui valori sicuri, per acquisirsi fama di severità. Se è sacrosanto il diritto-dovere di cronaca inflessibile diventa esercizio meschino quando la ricerca dello scoop, del botto, ha fini altri. L'ultimo, per ora, a farne le spese è stato Gualtiero Marchesi, il cuoco italiano più famoso e rispettato nel mondo. Certo, la fama e il rispetto il grande chef, come ogni altra persona, devono dimostrare ogni giorno di meritarseli. E certe assenze prolungate di Marchesi a causa di mille suoi impegni determinano innegabilmente qualche calo di tensione che, a questi livelli, non può essere accettato. E nemmeno possono essere ammessi, all'interno di uno stesso menù, alti e bassi e discontinuità di riuscita dei piatti. Con queste premesse, tuttavia, occorre ribadire che questa bellissima "Albereta" è una grande casa: l'accoglienza è puntuale, la sala è elegante, il servizio attento, la cantina adeguata anche se con parecchi "buchi", i piatti decisamente buoni, ben curati nell'esecuzione e nella presentazione.") e Lorenzo (Forte dei Marmi - LU), che entra a 15,5/ventesimi ("Il pesce è freschissimo e la cucina esalta la qualità di quella materia prima eccellente: sono ottimi gli antipasti, buoni i primi, all'altezza anche i secondi con tutto il pesce possibile.").
    
Escono 19 ristoranti, tra cui il ristorante Georges Cogny - Locanda Cantoniera (Farini - PC), che aveva 16,5/ventesimi ("Il ristorante è temporaneamente chiuso.").


Le Calandre - Alajmo.it

Le Calandre
 
(Rubano - PD)



QUATTRO CAPPELLI
(da 19 a 20/ventesimi)

19/ventesimi (1)

Umbria (1)
Vissani (Baschi - TR) Gianfranco Vissani

TRE CAPPELLI
(da 17 a 18,5/ventesimi)

18,5/ventesimi (1)

Toscana (1)
Enoteca Pinchiorri (Firenze - FI) Annie Feolde e Italo Bassi

18/ventesimi (2)

Toscana (1)
Gambero Rosso (San Vincenzo - LI) Fulvio Pierangelini    (sale da 17/ventesimi)

Lazio (1)
La Pergola dell'H.Hilton (Roma - RM) Heinz Beck    (sale da 17/ventesimi)

17,5/ventesimi (3)

Lombardia (3)

Antica Osteria del Ponte (Cassinetta di Lugagnano - MI) Ezio Santin
Dal Pescatore (Canneto sull'Oglio - MN) Nadia Cavaliere Santini

Veneto (1)
Le Calandre (Rubano - PD) Massimiliano Alajmo    (sale da 15/ventesimi)

17/ventesimi (4)

Piemonte (1)
Al Sorriso (Soriso - NO) Luisa Marelli Valazza

Lombardia (1)
Il Luogo di Aimo e Nadia (Milano - MI) Nadia Moroni    (scende da 17,5/ventesimi)


Veneto (2)
Miramonti l'Altro (Concesio - BS) Philippe Léveillé    (sale da 16,5/ventesimi)
Perbellini (Isola Rizza - VR) Giancarlo Perbellini    (sale da 16,5/ventesimi)

DUE CAPPELLI
(da 15 a 16,5/ventesimi)

16,5/ventesimi (5)

Piemonte (1)
Flipot (Torre Pellice - TO) Walter Eynard    (scende da 17/ventesimi)

Liguria (1)
Paolo e Barbara (Sanremo - IM) Paolo Masieri    (sale da 16/ventesimi)

Lombardia (1)
Ambasciata (Quistello - MN) Romano Tamani


Emilia Romagna (1)
La Frasca (Castrocaro Terme - FO) Marco Cavallucci


Toscana (1)
Da Caino (Montemerano - GR) Valeria Piccini

16/ventesimi (28)

Piemonte (3)
Al Rododendro (Boves - CN) Mary Barale    (scende da 16,5/ventesimi)
Balbo (Torino - TO) Luigi Caputo    (scende da 16,5/ventesimi)
Da Guido (Costigliole d'Asti - AT) Lidia Vanzino Alciati

Liguria (1)
Locanda delle Tamerici (Ameglia - SP) Mauro Ricciardi    (sale da 15,5/ventesimi)

Lombardia (6)
Al Gambero (Calvisano - BS) Edvige Turra

Da Vittorio (Bergamo - BG) Enrico e Roberto Cerea    (sale da 15,5/ventesimi)
Gualtiero Marchesi - L'Albereta (Erbusco - BS) Gualtiero Marchesi    (new entry)
Il Sole (Ranco - VA) Carlo Brovelli
Pierino Penati (Viganò - CO) Theo Penati    (sale da 15,5/ventesimi)

Trattoria del Fulmine (Trescore Cremasco - CR) Clemy Bolzoni


Alto Adige (1)
St. Hubertus dell'H.Rosa Alpina (Badia/Abtei, Fraz. San Cassiano - BZ) Norbert Niederkofler

Veneto (2)
Dolada (Pieve d'Alpago - BL) Enzo De Prà

Il Desco (Verona - VR) Elia Rizzo    (scende da 17/ventesimi)

Emilia Romagna (3)
Antica Osteria del Teatro (Piacenza - PC) Filippo Chiappini Dattilo    (sale da 15,5/ventesimi)
Locanda della Tamerice (Ostellato - FEIgles Corelli    (sale da 15,5/ventesimi)
San Domenico (Imola - BO) Valentino Marcattilii    (scende da 16,5/ventesimi)

Toscana (3)

Bracali (Massa Marittima - GR) Francesco Bracali
La Tenda Rossa (San Casciano in Val di Pesa, Fraz. Cerbaia - FI) Maria Salcuni    (sale da 15,5/ventesimi)

Romano (Viareggio - LU) Franca Checchi    (scende da 16,5/ventesimi)

Marche (3)
La Madonnina del Pescatore (Senigallia - AN) Moreno Cedroni    (sale da 15,5/ventesimi)
Symposium (Cartoceto - PU) Lucio Pompili    (sale da 15,5/ventesimi)
Uliassi (Senigallia - AN) Mauro Uliassi    (sale da 15,5/ventesimi)

Lazio (3)
Agata e Romeo (Roma - RM) Agata Parisella    (sale da 15,5/ventesimi)
Antonello Colonna (Labico - RM) Antonello Colonna    (sale da 15,5/ventesimi)
Rosetta (Roma - RM) Massimo Riccioli    (sale da 15,5/ventesimi)

Campania (2)
Caravella (Amalfi - SA) Giuseppe Proto
Don Alfonso 1890 (Massa Lubrense - NA) Alfonso Iaccarino

Sicilia (1)
Mulinazzo (Villafrati - PA) Antonino Graziano

15,5/ventesimi (45)

Piemonte (10)
All'Enoteca (Canale - CN) Davide Palluda    (sale da 15/ventesimi)
Antica Corona Reale - Da Renzo (Cervere - CN) Renzo Vivalda    (sale da 15/ventesimi)

Caffè Groppi (Trecate - NO) Fabio Barbaglini

Gardenia (Caluso - TO) Mariangela Susigan
Gener Neuv (Asti - AT) Giuseppina Bagliardi
Il Cascinalenuovo (Isola d'Asti - AT) Walter Ferretto    (scende da 16/ventesimi)

Il Centro (Priocca - CN) Margherita Brignolo e Elide Mollo
La Noce (Volpiano - TO) Savino Mongelli    (sale da 15/ventesimi)
Locanda Borgo Antico (Barolo - CN) Massimo Camia    (sale da 15/ventesimi)

Pinocchio (Borgomanero - NO) Piero Bertinotti    (scende da 16/ventesimi)

Liguria (5)
Balzi Rossi (Ventimiglia - IM) Giuseppina Breglia    (scende da 16/ventesimi)
Cà Peo (Chiavari, Fraz. Leivi - GE) Melly Bianco Solari    (sale da 15/ventesimi)

Fiammenghilla Fieschi (Sestri Levante - GE) Gabriella Paganini
La Conchiglia (Taggia, Fraz. Arma di Taggia - IM) Anna Parisi

La Via Romana (Bordighera - IM) Pino Graziano

Lombardia (11)
Al Bersagliere (Goito - MN) Silvana Antonutti    (scende da 16,5/ventesimi)

Brughiera (Villa D'Almè - BG) Paolo Benigni
Capriccio (Manerba del Garda - BS) Maria Veggio
Esplanade (Desenzano sul Garda - BS) Idalgo Picinardi    (scende da 16/ventesimi)
Lanterna Verde (Villa di Chiavenna - SO) Andrea Tonola    (sale da 15/ventesimi)
La Piazzetta (Brescia - BS) Graziano Cominelli
La Rimessa (Mariano Comense - CO) Sergio Mauri    (sale da 15/ventesimi)

Locanda Vecchia Pavia al Mulino (Certosa di Pavia - PV) Annamaria Leone

Sadler (Milano - MI) Claudio Sadler    (sale da 15/ventesimi)
San Martino (Treviglio - BG) Giuseppe Colleoni
Villa Fiordaliso (Gardone Riviera - BS) Riccardo Camanini    (scende da 16/ventesimi)

Alto Adige (2)
La Siriola dell'H.Ciasa Salares (Badia/Abtei, Fraz. San Cassiano - BZ) Corrado Fasolato    (scende da 16/ventesimi)
Zur Rose (Appiano sulla Strada del Vino - BZ) Herbert Hintner

Veneto (2)
La Peca (Lonigo - VI) Nicola Portinari    (scende da 16,5/ventesimi)

Tivoli (Cortina d'Ampezzo - BL) Walter Bianconi    (sale da 15/ventesimi)

Emilia Romagna (2)
La Pernice e La Gallina (Bologna - BO) Marco Fadiga    (sale da 15/ventesimi)
Paolo Teverini dell'H.Tosco Romagnolo (Bagno di Romagna - FO) Paolo Teverini    (sale da 15/ventesimi)

Toscana (4)
Arnolfo (Colle Val d'Elsa - SI) Gaetano Trovato    (scende da 16/ventesimi)
Il Cibreo (Firenze - FI) Fabio Picchi    (sale da 15/ventesimi)
Lorenzo (Forte dei Marmi - LU) Gioacchino Pontrelli    (new entry)
Osteria del Vecchio Castello (Montalcino - SI) Susanna Fumi

Marche (1)
Giardino H. (San Lorenzo in Campo - PU) Efresina Rosichini    (sale da 15/ventesimi)

Lazio (4)
Colline Ciociare (Acuto - FR) Salvatore Tassa    (scende da 16/ventesimi)
Convivio Troiani (Roma - RM) Angelo Troiani    (sale da 15/ventesimi)
L'Altra Bottiglia (Civita Castellana - VT) Sandra Caccetta    (sale da 15/ventesimi)

Quinzi & Gabrieli (Roma - RM) Giovanni Camponeschi

Campania (2)
Oasis (Vallesaccarda - AV) Giuseppina Pagliarulo, Maria Luisa e Michelina Fischetti e Maria Grazia Luongo    (sale da 15/ventesimi)
Taverna del Capitano (Massa Lubrense - NA) Alfonso Caputo

Sardegna (2)
Gallura H. (Olbia - SS) Rita Denza    (sale da 15/ventesimi)

La Ghinghetta (Portoscuso - CA) Ivaldo Vacca e Angelo Gabriele Usai

15/ventesimi (92)

Valle d'Aosta (1)
Vecchio Ristoro - Da Alfio e Katia (Aosta - AO) Alfio Fascendini    (new entry)

Piemonte (18)
Angiulli (Candelo - BI) Angelo Angiulli    (scende da 15,5/ventesimi)

Belvedere (La Morra - CN) Maria Vittoria Bovio
Cacciatori (Cartosio - AL) Carla Chiodo
Casa Vicina (Borgofranco - TO) Claudio Vicina    (new entry)
Cascina dei Fiori
 (Borgo Vercelli - VC)
 Massimo Milan    (scende da 15,5/ventesimi)
Dei Cacciatori - Da Cesare (Albaretto della Torre - CN) Cesare e Oscar Giaccone    (scende da 16/ventesimi)
Forlino (Montacuto - AL) Osvaldo Forlino    (scende da 15,5/ventesimi)
Hosteria La Vallée (Torino - TO) Sergio Oddovero    (new entry)
I Caffi (Cassinasco - AT) Bruna Cane    (new entry)
Il Vicoletto (Alba - CN) Ilvia Bonino    (new entry)

La Carmagnole (Carmagnola - TO) Anna Tamietti    (scende da 15,5/ventesimi)
La Ciau del Tornavento (Treiso - CN) Maurilio Garola

La Fermata (Alessandria - AL) Riccardo Aiachini
Locanda dell'Arco (Cissone - CN) Giuseppe Giordano, Patron    (scende da 15,5/ventesimi)

Trattoria della Pace (Boves - CN) Enrico Chianale
Trattoria della Posta (Monforte d'Alba - CN) Gianfranco Massolino    (new entry)
Vintage 1997 (Torino - TO) Pierluigi Consonni    (new entry)

Vittoria (Tigliole - AT) Gemma e Alessandra Strocco

Liguria (8)
Baia Beniamin (Ventimiglia - IM) Rocco Giuseppe
Baia del Sole (Laigueglia - SA) Mirella Porro

Carletto (Bordighera - IM) Walter Pessina
Giappun (Vallecrosia - IM) Adelio Viale
Gran Gotto (Genova - GE) Antonio Amato

Lilliput (Noli, Fraz. Voze - SV) Marisa Nan
Palma (Alassio - SA) Fiorita Viglietti    (new entry)
Parodi (La Spezia - SP) Silvana Stazio

Lombardia (19)
Al Pino (Montescano - PV) Mario Musoni
Antica Osteria dei Cameli (Ambivere - BG) Loredana Vescovi e Fernanda Paredi
Antica Trattoria alle Rose (Salò - BS) Rosanna Faè    (new entry)
Aquila Nigra (Mantova - MN) Vera Caffini    (scende da 15,5/ventesimi)

Cavallino (Desenzano del Garda - BS) Gianfranco Dallai
Cracco - Peck (Milano - MI) Carlo Cracco    (new entry)
Frosio (Almè - BG) Paolo Frosio
I Castagni (Vigevano - PV) Enrico Gerli

Il Cantuccio (Albavilla - CO) Rosangela Foresti
Il Volto (Iseo - BS) Vittorio Fusari

Joia (Milano - MI) Pietro Leeman    (new entry)
La Tortuga (Gargnano - BS) Maria Filippini    (re-entry)
Lio Pellegrini (Bergamo - BG) Carlo Borsatti e Giuliano Pellegrini    (re-entry)
L'Osteria di Via Solata (Bergamo - BG) Ezio Gritti
Nobu - Armani (Milano - MI) Nobuyuchi Matsuhisa, Patron    (new entry)
Osteria del Pomireu (Seregno - MI) Giancarlo Morelli    (new entry)
Piccolo Sogno (Milano - MI) Pia Buonamici e Fabrizio Capra    (new entry)

Sambuco dell'H.Hermitage (Milano - MI) Francesca Maccanti    (new entry)
Tre Gigli all'Immacolata (Lodi - LO) Fabio Granata    (new entry)

Alto Adige (2)
Bad Schorgau H. (Sarentino/Sarntal - BZ) Josef Wenter
Schoneck (Falzes/Pfalzen - BZ) Karl Baumgartner


Veneto (7)
Arche (Verona - VR) Giancarlo Gioco    (new entry)
Cera
 (Campagna Lupia - VE)
 Loredana e Daniele Cera    (re-entry)
Da Pippo dell'H.Lepre Bianca (Gallio - VI) Francesca Dellai
Desinar a Santa Teresa (Verona - VR) Domenico Burato    (new entry)
Harry's Bar (Venezia - VE) Arrigo Cipriani, Patron    (new entry)

La Locanda di Piero (Montecchio Precalcino - VC) Renato Rizzardi
Penacio (Arcugnano - VC) Imera Gianello

Friuli Venezia Giulia (1)
La Taverna (Colloredo di Monte Albano - UD) Alessandro Scian    (new entry)

Emilia Romagna (6)
La Cantinetta (Felino - PR) Roberto Pongolini    (new entry)
Da Buriani (Pieve di Cento - BO) Alessandra Buriani 

Hosteria Giusti (Modena - MO) Laura Galli
Il Rigoletto (Reggiolo - RE) Giovanni D'Amato
Lido Lido (Cesenatico - FC) Vincenzo Cammerucci
Sole - Antica Locanda di Trebbo (Castel Maggiore - BO) Marcello e Gianluca Leoni

Toscana (2)
Capo Nord (Marciana Marina, Isola d'Elba - LI) Giorgio Morsiani
Il Falconiere H. (Cortona - AR) Michele Brogioni    (new entry)

Umbria (3)
Il Postale (Città di Castello - PG) Marco Bistarelli    (new entry)
La Bastiglia H.
(Spello - PG) Marco Gubbiotti    (new entry)

Villa Roncalli
 (Foligno - PG) Sandra Scolastra

Lazio (4)
Acqua Pazza (Ponza - LT) Lucia Ronca    (new entry)
Benito al Bosco
 (Velletri - RM)
 Filippo Amoroso
Pierino (Anzio - RM) Anita Ciucci    (new entry)

Ortica (Roma - RM) Vittorio e Carla Virno

Abruzzo  (2)
La Bandiera (Civitella Casanova - PE) Marcello Spadone    (new entry)
L'Angolo d'Abruzzo (Carsoli - AQ) Maria Teresa Lucangeli

Molise (2)
Ribo (Guglionesi - CB) Colombo Vincenzi    (new entry)
Vecchia Trattoria Da Tonino (Campobasso - CB) Maria Lombardi    (new entry)

Campania (6)
Al Cenacolo (Salerno - SA) Pietro Rispoli e Antonio Frusciane
Capri Palace H. (Anacapri, Isola di Capri - NA) Antonello Colonna, supervisor    (new entry)
George's dell'H.Parker's (Napoli - NA) Vincenzo Bacioterracino
Il Principe (Pompei - NA) Franco Aliberti    (scende da 15,5/ventesimi)

Melograno (Forio d'Ischia, Isola d'Ischia - NA) Libera Iovine
Torre del Saracino
 (Vico Equense - NA) Gennaro Esposito e Vittoria Aiello

Puglia (3)
Al Fornello da Ricci (Ceglie Messapica - BR) Dora e Antonella Ricci    (new entry)
Fontanina H.
(Ceglie Messapica - BR)
Immacolata Barletta    (new entry)

Già Sotto l'Arco (Carovigno - BR) Teresa Galeone    (new entry)

Calabria (2)
La Locanda di Alìa (Castrovillari - CS) Gaetano Alia    (new entry)
Taverna Kerkira (Bagnara Calabra - RC) Fulvio Dato    (new entry)

Sicilia (2)
Al Fogher (Piazza Armerina - EN) Angelo Treno    (new entry)
Bye Bye Blues
 (Mondello - PA) Patrizia Di Benedetto

Sardegna (4)
Il Corsaro (Cagliari - CA) Gianluigi Deidda    (new entry)
Il Faro (Oristano - OR) Giovannina Soro

La Gritta (Palau - SS) Paolo D'Amore
Su Gologone (Oliena - NU) Pasqua Palimodde    (new entry)

Escono

     (aveva 16,5/ventesimi)
Georges Cogny - Locanda Cantoniera (Farini - PC) Georges Cogny e Andrea Losio
    
(avevano 15/ventesimi)
Bourricot Fleuri (Aosta - AO) Paolo Bertholier
Le Petit Restaurant dell'H.Bellevue (Cogne - AO) Corrado Michelazzo
Claudio H. (Bergeggi - SV)
 Claudio Pasquarelli
Lanterna Blù - da Tonino (Imperia, Fraz. Porto Maurizio - IM) Lucia Caramagno
Muraglia - Conchiglia d'Oro (Varigotti - SV) Maria Muraglia
Gianni e Dorina (Milano - MI) Ester Chionna
Ringo (Travagliato - BS) Claudio Rango, Patron
Al Borgo (Rovereto - TN) Rinaldo Dalsasso
Osteria Da Fiore (Venezia - VE) Mara Zanetti
Principe (Arzignano - VI) Andrea Sarni
Kursaal (Sauris - UD) Daniele Cortiula

La Primula (San Quirino - PN) Andrea Canton
Capanna di Eraclio (Codigoro - FE) Eraclio Soncini
Da Lancellotti (Soliera - MO) Angelo Lancellotti
Scacciapensieri (Cecina - LI) Maria Teresa Amadio
La Terrazza dell'H.Eden (Roma - RM) Enrico Derflingher
Beccaceci (Giulianova - TE) Maddalena Beccaceci Mazzaufo
Quisi dell'H.Quisana (Capri - NA)
 Giovanni Marchesani




Chef Massimiliano Alajmo, il più giovane 3 stelle Michelin - inNaturale